Quali sono i motivi per scegliere Prezi, uno strumento diverso dal solito, collaudato, conosciutissimo Powerpoint? Ci sono, basta avere voglia di guardare avanti e ambire a Presentazioni più coinvolgenti

Un passo avanti 

Se infatti vogliamo che la nostra audience sia più interessata a quello che andremo a discutere, se desideriamo una maggiore attenzione… allora siamo pronti per imparare qualcosa di nuovo!
Su Prezi lavoriamo su un canvas (o tela, quadro) interattivo, non su statiche slide; questo è il primo passo per avvicinarci al nostro pubblico, incoraggiando così la conversazione e la collaborazione. Una Presentazione sarà di conseguenza più accattivante, persuasiva, coinvolgente, e dunque memorabile.
L’ultima versione, Prezi Next, è una piattaforma adatta a chi vuole creare un lavoro più attraente, già predisposto per una presentazione colloquiale.

Con Prezi usciamo completamente dal vecchio standard della “successione delle slide” e ci immergiamo in un mondo di interattività e grazie alla fluidità dei movimenti come lo zoom, avremo l’impressione di assistere ad un video… Insomma, nella sua semplicità questo programma è assolutamente innovativo e sorprendente…

CLICCA QUI SE TI INTERESSA SAPERE DI PIÙ SUI NOSTRI PROSSIMI CORSI

Le strutture portanti

L’abbinamento dell’utilizzo di questo software all’applicazione di alcune moderne tecniche farà spiccare la nostra Presentazione, e il nostro intervento sarà, in questo modo, più facilmente ricordato.
Moderne tecniche come l’applicazione di storytelling, l’utilizzo di immagini più che non testo, la conversational presentation ossia l’instaurare un diretto collegamento con le altre persone grazie al loro coinvolgimento, sono le strutture portanti dei nostri lavori.

Ecco alcuni accenni a queste strategie comunicative:

  • Visual Presentation = meno testo e più immagini: un maggior utilizzo di immagini e brevi video piuttosto che slide con molto testo. Questo aiuta l’ascoltatore a comprendere più velocemente, e soprattutto a memorizzare, a ricordare!
  • Utilizzo della “Tecnica dello Storytelling”: coinvolgere/innescare storie, narrazioni, per creare nell’ascoltatore emozioni e maggior coinvolgimento. Ma anche aneddoti, esperienze, riferimenti a case-histories per tradurre in esempi concreti le argomentazioni esposte, rendendo perciò tutto più facile da seguire.
  • Conversational Presentation, ossia struttura e sviluppo coinvolgenti, esperienza interattiva, di conversazione con l’ascoltatore, con approccio collaborativo, aumentando perciò l’attenzione, l’apprendimento e la memorizzazione.
  • Libertà di movimento, ossia un maggior adattamento alle esigenze dell’ascoltatore, potendo scegliere liberamente l’ordine degli argomenti trattati senza rispettare necessariamente un percorso fisso prestabilito (come invece obbliga una classica presentazione Power Point).
  • Tecnica 3D e mappe concettuali: gli argomenti vengono “incastonati” in spazi visivi, con la profondità di campo a giocare un ruolo importante; in tale scenario le interazioni tra gli argomenti trattati sono certamente più chiari in quanto rappresentati visivamente e non solo spiegati.
  • Rivelare i contenuti nascosti nella tela (canvas) è una delle prerogative di questo Programma, assolutamente rivoluzionario e coinvolgente. L’ascoltatore osserva sullo schermo le evoluzioni del Presentatore, che con semplici click svela contenuti fino a quel momento invisibili…

Rivoluzionario

Prezi è un programma di semplice utilizzo, ma completamente diverso da tutti gli altri.
Quando andiamo a mostrare una Presentazione elaborata con Prezi i nostri ascoltatori, se non conoscono già il software (e nella maggior parte dei casi è così, ad oggi) rimangono esterrefatti e impressionati dalla novità.
Da subito ci si rende conto che una Presentazione come questa sarà più coinvolgente ed efficace rispetto ad una standard.
Uscire dalla logica “statica” della slide è di per se una rivoluzione… un cambiamento epocale se pensiamo che da quando utilizziamo powerpoint (anni ’90) mai avevamo cambiato strumento… Prima c’erano i lucidi… poi powerpoint (o keynote) e poi basta…
Oggi finalmente abbiamo la possibilità di uscire dalle “solite” “vecchie” Presentazioni…
Coraggio allora, guardiamo avanti, stupiamo il nostro pubblico…!
Arrivederci e… Happy Presenting!